Sei in: » Paese » Economia »

Il Paese non annovera attività industriali, ma solo alvune piccole imprese artigiane di estrazione della sabbia, falegnameria, edilizia e commercio. Le attività economicamente rilevanti rimangono ancora oggi l'allevamento di ovini e bovini, quindi l'agricoltura con l'olivicoltura, la produzione ci cereali, carciofi e agrumi.

La viticoltura assicurava dell'ottima e rinomata vernaccia. I vigneti sono ora quasi del tutto assenti. Particolarmente interessante l'esperienza avviata da un grupp di giovani costituitisi in cooperativa per lìallevamento di ovini, suini, per la lavorazione del latte e la conduzione di attività agrituristica.

Dal 1997 l'Associazione Turistica Pro-Loco Organizza la sagra degli agrumi. appuntamento di forte richiamo a livello regionale per la promozione del prodotto locale, derivante dalla conduzione di un centinaio di ettari di  fertili terre, perlopiù entro gli argini del Tirso.

II paese conta, al 31 dicembre 2007, 1183 residenti, con una larga fascia in età lavorativa. Gran parte degli oocupati svolge attività impiegatizia in prevalenza nel vicino capoluogo, la restante parte è inserita nelle imprese economiche operanti nel territorio. Gran parte della forza lavoro resta, pero, inutilizzata, tanto che si possono contare circa150 iscritti nelle liste di disoccupazione. Negli ultimi decenni sono stati numerosissimi coloro che hanno scelto la via dell'emigrazione, spesso all'estero (Francia e Germania in particolare). In tanti si sono costruiti una nuova vita in terra straniera, altri hanno invesrito i risparmi nella costruzione di una casa in paese, destinata a restare chiusa per larga parte dell'anno.

 

*ulterioni informazioni si possono trovare su " Memorias Zerfaliu Storie in.... Comune dal 1997 al 2008" di Antonello Piras, Monumenti Megalitici nel territorio di Zerfaliu, Dizionario Storico Geografico della Sardegna edizioni Delfino